Energia – come crearla e recuperarla?

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email

Tutta l’energia di cui hai bisogno è già dentro di te, devi solo attivarla

                                                                                           Alex Viola        

Nel secondo episodio di Oltre lo Sguardo, il Podcast di Performant by SCOA a cura di Rosy Bonfiglio e Anja Puntari, abbiamo discusso un tema che, dal nostro osservatorio, appare di estrema urgenza nelle organizzazioni che frequentiamo: come ripristinare e recuperare energia. Per parlarne abbiamo voluto sondare tre prospettive: coinvolgendo Giada Tonelli, che avevamo incontrato nel precedente episodio e ritroveremo come ospite fissa nelle varie puntate, in qualità di Business Coach, Psicologa dello sport e Psicoterapeuta, Francesco Solinas, Executive Business Coach, Partner e Docente SCOA, e Alex Viola, Fondatore di Alkaenergy.

Ci troviamo quindi di nuovo ‘soli’ nel gestire la nostra attività davanti ad uno schermo, ciò comporta fatica e un notevole consumo di energia. «Come possiamo essere efficienti ed efficaci sul lavoro e, soprattutto, stare bene in questo scenario?» È possibile recuperare l’energia con la Mindfulness, ci spiega Francesco Solinas, allenando la mente a stare con quello che c’è, riportandola al momento presente, al qui ed ora. «Focalizzarci su quello che succede» ci spiega Francesco «ci consente di evitare che la mente vaghi» e che prendano il sopravvento pensieri ‘appiccicosi’. Basti pensare che i momenti in cui percepiamo una buona energia, sono proprio quei momenti in cui ci basta quello che abbiamo, quei momenti in cui stiamo con quello che succede.

Alex Viola porta la nostra attenzione sul recupero energetico del corpo. Ci parla di Alkaenergy, che ha le sue radici nella summa di conoscenze millenarie apprese in Israele dall’addestramento militare e sportivo. «Ho imparato a vedere dove gli altri guardano», ci racconta Alex, trovando il modo per ripristinare uno stile di vita alcalino. «Io ragiono per chimica, prendo in considerazione il modo in cui creiamo energia elettrica, tramite uno stile di vita che senza fare dieta produce un detox selettivo che in un paio di mesi incrementa il metabolismo basale».

Per Giada recuperare l’energia è «sostare, inteso come il saper stare nelle cose», proponendo un occhio di riguardo per la ritualizzazione delle chiusure, come ad esempio quella di fine giornata. «Prendersi un attimo, con una sorta di ritualità, un po’ come fanno gli sportivi, per chiudere il capitolo lavorativo», ritagliarsi un momento in cui dalla to do list si passa al focalizzare la tracking list, conferendo valore a quello che si è fatto.

Questi sono soltanto alcuni degli spunti emersi dal confronto con Giada, Francesco e Alex.

Il recupero energetico è un importante allenamento che possiamo condurre attraverso strumenti e pratiche diverse: quelle che abbiamo approfondito con i nostri ospiti hanno il grande beneficio di influenzare positivamente a 360 gradi mente, corpo e spirito. 

Esistono dei piccoli gesti quotidiani che possono aiutarci ad essere più efficienti e produttivi, nelle nostre attività e relazioni professionali ma anche più in generale nella vita di tutti i giorni.

Scoprilo nel nuovo episodio di Oltre lo sguardo, il Podcast di Performant by SCOA.

Vuoi ascoltare tutti i nostri podcast?
Follow us
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email