Vivere e lavorare all’estero: qual è la chiave per il successo?

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Che cosa significa essere manager italiani all’estero? Nell’ultimo episodio del podcast Il futuro è ORA, Adolfo Criscuolo, Executive VP HR & Organization di The Lane Construction Corporation e Christophe Reale, Executive Advisor e Senior Business Coach, hanno condiviso le proprie esperienze all’estero, raccontando che cosa significa vivere e lavorare con culture diverse, e come questo costituisca una possibilità di crescita dal punto di vista manageriale.

Durante la puntata, condotta dall’Executive Business Coach finlan-svedese Anja Puntari, i tre hanno offerto il loro contributo riguardo le principali difficoltà e le competenze necessarie per stare in modo costruttivo in contesti interculturali, condividendo il proprio punto di vista internazionale e attingendo alle proprie esperienze, personali e professionali, in giro per il mondo.

Sia Reale che Criscuolo hanno infatti background molto variegati: ciò ha permesso loro di entrare in contatto con paesi e culture anche molto distanti. Entrambi hanno vissuto in molti paesi diversi, lavorando in grandi multinazionali: hanno così potuto sperimentare, nelle loro carriere, imprinting aziendali internazionali e conoscere così cosa vuol dire dover integrare il management locale nelle sedi estere.

Quali sono le competenze manageriali necessarie per svolgere in modo efficace il proprio ruolo in un contesto estero? E come facilitare il trasferimento e l’inserimento in una nuova realtà, trasformandoli in un’opportunità di crescita e arricchimento personale, oltre che professionale?

Allenare l’ascolto dell’altro, ponendosi con curiosità ed umiltà, per esempio è indispensabile per poter adottare quei modelli comportamentali che si rivelano più appropriati per il particolare contesto in cui ci si trova. Per entrare in sintonia con quest’ultimo infatti, una buona conoscenza della lingua è senza dubbio indispensabile, ma non è sufficiente.

Come allora prendere decisioni efficaci, quando le variabili ignote aumentano considerevolmente? Quali sono le implicazioni non solo professionali, ma anche relative alla sfera privata e personale, del rivestire ruoli manageriali all’estero? E qual è il grande valore di un’esperienza internazionale? Scoprilo ascoltando il podcast!

Vuoi ascoltare tutti i nostri podcast?
Follow us
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email